sabato 28 maggio 2016

Parte all'avventura con l'amica ma si perde, ecco cosa è stato scoperto 2 anni dopo

Parte per andare all'avventura ma muore. La storia di Geraldine Largay è simile a quella delle protagoniste del romanzo “Nelle terre estreme” e del film “Into the wild”. La 66enne del Tennessee, sposata e con una figlia, era partita nel 2013 insieme a un'amica per percorrere il sentiero degli Appalachi, uno dei percorsi escursionistici più noti degli Stati Uniti.


Durante il viaggio le condizioni sono cambiate e l'amica ha deciso di tornare indietro mentre Geraldine di continuare. A quel punto ha iniziato a scrivere un diario e a mandare dei messaggi che sono emersi solo oggi, dopo più di 2 anni dalla sua scomparsa. Della 66enne, infatti, si persero le tracce e iniziarono le lunghe ricerche purtroppo con esito tardivo e tragico.  
«Quando troverete il mio corpo, chiamate mio marito George e mia figlia Kerry. Sarà una cortesia nei loro confronti fargli sapere che sono morta e dove possono trovarmi. Non importa quanti anni saranno passati. Consegnate loro il contenuto di questa borsa», scrive in uno dei suoi ultimi messaggi, come riporta il Daily Mail. La donna nel diario racconta di essersi persa e i primi messaggi sono pieni di speranza, quella di mettersi in salvo e di essere ritrovata, ma con il tempo le speranze si affievoliscono e la rassegnazione ha la meglio.   
La donna si accampò in un posto non visibile dall'alto. Racconta nel diario di aver inviato diversi messaggi al marito, ma questi non sono mai stati ricevuti a causa dell'assenza di segnale. Geraldine si allontanò dal sentiero per andare in bagno, perdendo però l'orientamento e smarrendosi. Per un mese ha lottato per la vita fino ad arrendersi e morire di stenti.